Eventi a Roma

Apriamo in questa sezione i diari delle nostre vacanze non crocieristiche per raccontare le nostre emozioni...
Avatar utente
LongJohn73
Capo 3^ Classe
Capo 3^ Classe
Messaggi: 1402
Iscritto il: 10/03/2017, 13:55
Crociere Effettuate: 4
Località: Roma

Re: Eventi a Roma

Messaggioda LongJohn73 » 22/02/2019, 17:12

Per chi fosse interessato vi rinnovo gli appuntamenti delle visite guidate dell'evento Archeologia in Comune da Gennaio 2019 a Dicembre 2019 La prenotazione è obbligatoria allo 060608 a partire da sette giorni prima della data dell’evento. http://www.sovraintendenzaroma.it/sites ... leaned.pdf
Per maggiori informazioni potete anche consultare il sito della Soprintendenza http://www.sovraintendenzaroma.it/conte ... a-comune-0


Ci sono due modi per tornare da una battaglia: con la testa del nemico o senza la propria.

Paolo Di Canio
Dopo la partita Lazio-Roma 3-1, 6 gennaio 2005

 

Avatar utente
LongJohn73
Capo 3^ Classe
Capo 3^ Classe
Messaggi: 1402
Iscritto il: 10/03/2017, 13:55
Crociere Effettuate: 4
Località: Roma

Anna Bolena

Messaggioda LongJohn73 » 22/02/2019, 17:28

Dal 20 febbraio al 1° marzo 2019
ore 20.00

Venerdì 1° marzo ore 18.00
La domenica ore 16.30

Ospitato presso il Teatro dell'Opera (Costanzi)
Piazza Beniamino Gigli, 7

Telefono: 06 481601 (centralino)
Telefono: 06 4817003 (biglietteria)
Fax: 064881755
Sito web: www.operaroma.it/spettacoli/anna-bolena
Acquisto online: www.ticketone.it
Acquisto online: www.operaroma.it/biglietteria/acquista-biglietti/

Musica Gaetano Donizetti
Opera in due atti
Libretto di Felice Romani

Prima rappresentazione
Milano, Teatro Carcano, 26 dicembre 1830

DIRETTORE Riccardo Frizza
REGIA Andrea De Rosa
MAESTRO DEL CORO Roberto Gabbiani
SCENE Luigi Ferrigno da un’idea di Sergio Tramonti
COSTUMI Ursula Patzak
LUCI Enrico Bagnoli

PRINCIPALI INTERPRETI

Enrico VIII Alex Esposito
Anna Bolena Maria Agresta / Valentina Varriale
Giovanna Seymour Carmela Remigio
Riccardo Percy René Barbera / Giulio Pelligra
Smeton Martina Belli
Sir Hervey Domingo Pellicola *
Lord Rochefort Andrii Ganchuk *


Ci sono due modi per tornare da una battaglia: con la testa del nemico o senza la propria.

Paolo Di Canio
Dopo la partita Lazio-Roma 3-1, 6 gennaio 2005

Avatar utente
LongJohn73
Capo 3^ Classe
Capo 3^ Classe
Messaggi: 1402
Iscritto il: 10/03/2017, 13:55
Crociere Effettuate: 4
Località: Roma

“RITRATTO DI UN PIANETA SELVAGGIO”. MOSTRA DEL FOTOGRAFO NATURALISTA SIMONE SBARAGLIA

Messaggioda LongJohn73 » 22/02/2019, 17:30

dal 02/02/19 al 24/02/19

Ospitato presso il Museo Civico di Zoologia in Via Ulisse Aldrovandi, 18

Ritratto di un pianeta selvaggio, con le foto di Simone Sbaraglia, rappresenta un giro del mondo fotografico attraverso le meraviglie naturali dei cinque continenti e ha lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica attraverso una rappresentazione artistica della bellezza del mondo naturale, per portare l’attenzione delle persone verso l'inestimabile patrimonio che stiamo lentamente perdendo.

Questo ambizioso progetto si sviluppa in una mostra corredata di catalogo che comprende 40 stampe in formato 50x70 e diversi contenuti multimediali, che saranno esposte nella cornice della Sala Balena del Museo Civico di Zoologia. La mostra è il risultato di una stretta collaborazione del fotografo, Simone Sbaraglia, con la FUJIFILM Italia, che ha sposato il progetto, consapevole di quanto la fotografia riesca a parlare alle coscienze con immediatezza, senza filtri, su un tema che non è più possibile ignorare. Con grande forza, una fotografia, o una sequenza di immagini, ha il potere di catalizzare gli sguardi di un pubblico vasto ed eterogeneo.

Simone Sbaraglia è un fotografo naturalista professionista, che ha realizzato numerosi reportage sulle specie ed ecosistemi a rischio in Nord e Sud America, Europa, Canada, Alaska, Africa ed Asia.
Le fotografie di Simone Sbaraglia hanno ricevuto importanti riconoscimenti internazionali.
Date: dal 2 al 24 febbraio 2019 (orari museo mar - dom 9 - 19, la biglietteria chiude un'ora prima)
Biglietti: La visita alla mostra è inclusa nel biglietto di ingresso del museo o alla mail info@museodizoologia.it
Info: 0039 06 67109270 - 060608


Ci sono due modi per tornare da una battaglia: con la testa del nemico o senza la propria.

Paolo Di Canio
Dopo la partita Lazio-Roma 3-1, 6 gennaio 2005

Avatar utente
LongJohn73
Capo 3^ Classe
Capo 3^ Classe
Messaggi: 1402
Iscritto il: 10/03/2017, 13:55
Crociere Effettuate: 4
Località: Roma

Allerta meteo per vento dalla tarda mattinata di domenica 24 febbraio 2019 e per le successive 24-36 ore

Messaggioda LongJohn73 » 25/02/2019, 9:30

https://www.comune.roma.it/web/it/infor ... =IDS232976 Buongiorno amici naviganti, per quelli di voi che sono a Roma o si trovano a Roma è stata emanata questa ordinanza dal sindaco di Roma.


Ci sono due modi per tornare da una battaglia: con la testa del nemico o senza la propria.

Paolo Di Canio
Dopo la partita Lazio-Roma 3-1, 6 gennaio 2005

Avatar utente
LongJohn73
Capo 3^ Classe
Capo 3^ Classe
Messaggi: 1402
Iscritto il: 10/03/2017, 13:55
Crociere Effettuate: 4
Località: Roma

Settimana dei Musei

Messaggioda LongJohn73 » 05/03/2019, 9:47

Per chi fosse interessato dal 5 al 10 marzo l'ingresso nei musei statali di Roma sarà gratuito per tutti.
Questo è l'elenco dei Musei Statali che aderiscono all'evento, all'interno della scheda trovate le varie iniziative http://www.060608.it/it/eventi-e-spetta ... musei.html


Ci sono due modi per tornare da una battaglia: con la testa del nemico o senza la propria.

Paolo Di Canio
Dopo la partita Lazio-Roma 3-1, 6 gennaio 2005

Avatar utente
LongJohn73
Capo 3^ Classe
Capo 3^ Classe
Messaggi: 1402
Iscritto il: 10/03/2017, 13:55
Crociere Effettuate: 4
Località: Roma

Mortali Immortali, tesori del Sichuan nell’antica Cina

Messaggioda LongJohn73 » 28/03/2019, 10:16

Dal 26 marzo al 18 ottobre 2019
Tutti i giorni 9.30 - 19.30 (la biglietteria chiude un’ora prima)
Chiuso il 1° maggio

Ospitato presso i Mercati di Traiano

Via Quattro Novembre, 94

Biglietto integrato Mercati di Traiano + mostra "Mortali Immortali, tesori del Sichuan nell’antica Cina"
Intero € 16,00
Ridotto € 14,00
Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza)
Intero € 14,00
Ridotto € 12,00

Il biglietto è acquistabile anche con carta di credito e bancomat

Per le gratuità e le riduzioni consultare questa pagina http://www.mercatiditraiano.it/informaz ... _riduzioni

La mostra presenta reperti in bronzo, oro, giada e terracotta, databili dall’età del bronzo (II millennio a.C.) fino all’epoca Han (II secolo d.C.) provenienti da importanti istituzioni cinesi.

L’Esposizione è realizzata sotto la guida dell’Ufficio Provinciale della cultura del Sichuan e patrocinata dall’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia. L’intento della mostra è far conoscere i tratti evocativi della cultura del popolo Shu, raccontata attraverso i suoi oggetti più significativi, come le misteriose maschere in bronzo provenienti dagli scavi archeologici del sito di Sanxingdui.

Un percorso straordinario nella vita sociale e nel mondo spirituale dell’antico popolo Shu, che proprio su questa terra nel sud-ovest della Cina ha creato una civiltà unica. Saranno esposte eccezionali opere in bronzo, oro, giada e terracotta – databili dall’età del bronzo (II millennio a.C.) fino all’epoca Han (II secolo d.C.) – rinvenute nei siti di Sanxingdui e Jinsha (solo per citarne alcuni) e provenienti da importanti istituzioni cinesi come il Museo di Sanxingdui, il Museo del Sito Archeologico di Jinsha, il Museo del Sichuan, il Museo di Chengdu, l’Istituto di ricerca di reperti e archeologia di Chengdu, il Museo di Mianyang, il Museo Etnico Qiang della Contea di Mao.

Come le origini di Roma sono state legate al Tevere, così la nascita del popolo di Shu è stata segnata dallo scorrere dello Yangtze, il Fiume Azzurro. Il Fiume Azzurro costituisce il filo conduttore della mostra ed è significativamente tracciato sull’installazione dorata ispirata a un dragone cinese che invaderà lo spazio centrale della Grande Aula, accogliendo i visitatori. Questo e altri effetti scenografici potenziati dal contesto monumentale dei Mercati di Traiano esalteranno gli straordinari reperti, che per la prima volta sono presentati in un’esposizione così estesa in Europa, ora a Roma dopo la tappa di Napoli.

Il percorso della mostra guiderà il visitatore alla scoperta dell’antica civiltà del Sichuan attraverso opere di inestimabile valore accompagnate da ricostruzioni digitali, foto, video e diversi strumenti interattivi utili alla conoscenza del processo di rinvenimento e alla delineazione dello sviluppo temporale di questa antica civiltà cinese. Circondato da statue e vasi rituali, da statuette in terracotta ed enigmatiche maschere di bronzo, il pubblico imparerà a conoscere i tratti distintivi del popolo Shu, andrà alla scoperta della sua genesi e dell’evoluzione degli elementi religiosi e sociali, senza tralasciare la sua naturale predisposizione alla creatività, all’eleganza e alla bellezza riscontrabile negli elementi decorativi in oro, nelle opere in giada o nei reperti unici come il cavallo di Mianyang e il sole di Jinsha.

Davanti alla varietà di oggetti di uso comune, ai raffinati recipienti in legno laccato, ai particolari ritratti su mattone, si avrà la possibilità di percepire l’elevata qualità raggiunta dalla produzione artigianale durante la dinastia Han nonché comprendere la visione del popolo Shu riguardo ai temi della vita e della morte. Un atteggiamento romantico e ottimista di una popolazione non solo ricca ma anche profondamente pacifica.

Il progetto espositivo sarà articolato in due sezioni con altrettante tematiche racchiuse in una suggestiva visione d’insieme. La prima, dedicata alla Cultura religiosa dello stato di Shu, si concentrerà sul mondo spirituale raccontando i riti di un popolo dedito al culto del Sole attraverso le maschere di bronzo provenienti dagli scavi del sito di Sanxingdui. La seconda sezione, invece, tratterà La vita quotidiana del popolo Shu, ricostruendo le trame commerciali sviluppate nell’area del Sichuan attraverso bassorilievi su mattone della dinastia Han, figure umane e figurine di animali in ceramica.

Alle 130 opere esposte a Napoli, Roma vede eccezionalmente aggiunti 15 nuovi prestiti, tra i quali spiccano le due maschere e una testa di bronzo di Sanxingdui, ognuna fortemente caratterizzata. In particolare, una si differenzia da tutte le maschere finora rinvenute nel sito per la resa del viso più delicata e per il velato sorriso, elementi che hanno fatto pensare agli studiosi che rappresenti una divinità dell’antica cultura Shu.

In occasione della mostra Mortali Immortali, tesori del Sichuan nell'antica Cina la casa editrice Gangemi Editore International produrrà un catalogo di accompagnamento che fornirà un utile supporto di approfondimento per conoscere nel dettaglio i temi, le opere e la storia dell’antica civiltà cinese.


Ci sono due modi per tornare da una battaglia: con la testa del nemico o senza la propria.

Paolo Di Canio
Dopo la partita Lazio-Roma 3-1, 6 gennaio 2005

Avatar utente
LongJohn73
Capo 3^ Classe
Capo 3^ Classe
Messaggi: 1402
Iscritto il: 10/03/2017, 13:55
Crociere Effettuate: 4
Località: Roma

PASSEGGIATE TRA LE FONTANE

Messaggioda LongJohn73 » 28/03/2019, 10:18

Questo è un bellissimo itinerario alternativo tra le Fontane di Roma http://www.turismoroma.it/itinerari-a-t ... le-fontane


Ci sono due modi per tornare da una battaglia: con la testa del nemico o senza la propria.

Paolo Di Canio
Dopo la partita Lazio-Roma 3-1, 6 gennaio 2005

Avatar utente
LongJohn73
Capo 3^ Classe
Capo 3^ Classe
Messaggi: 1402
Iscritto il: 10/03/2017, 13:55
Crociere Effettuate: 4
Località: Roma

Priscilla la regina del deserto - il musical

Messaggioda LongJohn73 » 28/03/2019, 10:26

Dal 7 marzo al 31 marzo 2019 al Teatro Brancaccio nei seguenti orari:
07/03/19 - 20.45
08/03/19 - 20.45
09/03/19 - 17.00
10/03/19 - 18.00
13/03/19 - 20.45
14/03/19 - 20.45
15/03/19 - 20.45
16/03/19 - 17.00
17/03/19 - 18.00
20/03/19 - 20.45
21/03/19 - 20.45
22/03/19 - 20.45
23/03/19 - 17.00
23/03/19 - 20.45
24/03/19 - 18.00
27/03/19 - 20.45
28/03/19 - 20.45
29/03/19 - 20.45
30/03/19 - 20.45
30/03/19 - 17.00
31/03/19 - 18.00

Via Merulana, 244

Biglietti
a partire da € 29,00

Telefono: 06 80687231
Sito web: www.teatrobrancaccio.it/spettacoli/stag ... l-musical/
Email: botteghino@teatrobrancaccio.it
Acquisto online: www.ticketone.it/biglietti.html?affilia ... =priscilla

Di Stephan Elliott e Allan Scott
Direzione musicale di Fabio Serri
Regia di Matteo Gastaldo
Produzione di All Entertainment

A grande richiesta "Priscilla La Regina del Deserto” il musical dei record. Tratto dall'omonimo film cult " Le Avventure di Priscilla La Regina del Deserto" - vincitore di un Premio Oscar e del Grand Prix Du Publique al Festival di Cannes - Priscilla è una travolgente avventura "on the road" di tre amici che, a bordo di un vecchio bus rosa soprannominato Priscilla, partono per un viaggio attraverso il deserto australiano alla ricerca di amore e amicizia, finendo per trovare molto di più di quanto avessero mai immaginato!

Un musical sfavillante con oltre 500 magnifici costumi, una sceneggiatura esilarante ed una intramontabile colonna sonora che include 25 strepitosi successi internazionali, tra cui "I Will Survive"; "Finally"; "It's Raining Men" e "Go West".


Ci sono due modi per tornare da una battaglia: con la testa del nemico o senza la propria.

Paolo Di Canio
Dopo la partita Lazio-Roma 3-1, 6 gennaio 2005

Avatar utente
LongJohn73
Capo 3^ Classe
Capo 3^ Classe
Messaggi: 1402
Iscritto il: 10/03/2017, 13:55
Crociere Effettuate: 4
Località: Roma

National Geographic Festival delle Scienze

Messaggioda LongJohn73 » 28/03/2019, 10:32

dal 08/04/19 al 14/04/19 presso l'Auditorium Parco della Musica

Viale Pietro De Coubertin, 30

Telefono: 0039 06 80241281
Fax: 0039 06 80241211
Sito web: http://www.auditorium.com/rassegna/nati ... 19518.html
Email: info@musicaperroma.it

L’Invenzione, intesa come creazione e introduzione per la prima volta di un concetto, un’idea, una teoria, una tecnologia, è un aspetto fondamentale della scienza, della filosofia o dell’arte, e, insieme all’imitazione, all’innovazione e alla scoperta, costituisce il principale motore del progresso della conoscenza.
Il National Geographic Festival delle Scienze, alla sua XIV edizione, affronterà l'invenzione a tutto tondo, tentando di rispondere ad alcune grandi domande: come nasce un’idea e come può dare origine a un’invenzione? Quali sono le principali invenzioni che hanno cambiato la storia dell’umanità? Quali sono le invenzioni del futuro che possiamo immaginare? Le invenzioni possono nascere per caso?
Tutto ciò avviene nell’anno in cui ricorrono tre importanti anniversari: i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, figura eclettica e geniale, Leonardo ha anticipato di molti anni idee, invenzioni e realizzazioni in tutti i campi in cui si è cimentato; il 50° anniversario del primo allunaggio dell’Apollo 11, che certamente rappresenta una delle più straordinarie avventure che l’uomo è riuscito a portare a compimento con successo grazie alla sua capacità inventiva; e i 150 anni dall'invenzione della Tavola periodica degli elementi da parte di Dmitrij Mendeleev, un capolavoro della scienza che ha consentito non solo di classificare gli elementi chimici allora noti, ma addirittura di prevedere l’esistenza di altri elementi, effettivamente poi scoperti.
Il Festival continua a crescere e, grazie al contributo scientifico dei principali Enti di Ricerca nazionali e delle Università, e alla partecipazione delle Biblioteche Civiche e dei Musei Scientifici di Roma, nonché di varie imprese, ricostruisce con oltre 40 sedi e propone così al suo pubblico una mappa straordinariamente ricca della conoscenza scientifica e tecnologica della Capitale del Paese.
All’interno degli spazi dell’Auditorium Parco della Musica, oltre 40 incontri e più di 300 attività didattiche avvicineranno i più giovani al mondo della scienza: dal coding alla robotica, dall’esplorazione dello spazio agli acceleratori di particelle in realtà virtuale, dagli strumenti musicali realizzati con materiali di riciclo alla scoperta dei vulcani. Inoltre, 8 mostre dedicate alle invenzioni italiane, all’universo, al rapporto tra scienza e fumetti, alla Terra e all’ambiente, accompagneranno il pubblico del Festival.

Prodotto dalla Fondazione Musica per Roma, con la partnership progettuale di Codice Edizioni, il National Geographic Festival delle Scienze è realizzato insieme a National Geographic, in collaborazione con il MIUR - Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, promosso da Assessorato alla Crescita Culturale di Roma, realizzato con ASI - Agenzia Spaziale Italiana e INFN - Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, con la partecipazione delle Biblioteche di Roma, dell’Ufficio italiano brevetti e marchi e dell’Archivio Centrale dello Stato, e dei partner scientifici CNR - Consiglio Nazionale delle Ricerche, INGV - Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, INAF - Istituto Nazionale di Astrofisica, IIT - Istituto Italiano di Tecnologia, ESA - Agenzia Spaziale Europea, GSSI - Gran Sasso Science Institute e Fondazione ISI. Educational Partner è Leonardo Company. Partner è Poste Italiane. Partner culturali sono Casa del Jazz, Fondazione Bioparco di Roma, MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Teatro di Roma, Musei in Comune Roma, Sapienza Università di Roma, Università di Roma Tor Vergata, Università degli Studi Roma Tre. Supporter è Fondazione Pirelli. Sponsor tecnici sono Topolino, Sekkei Sustainable Design e InformaSistemi communication&information technology. Sky, main media partner, proporrà all’interno del Festival una serie di iniziative, raccontando inoltre per tutta la settimana l’evento in diretta dall’Auditorium. Confermata la partnership con Radio3 Scienza, che - da venerdì 12 a domenica 14 - racconterà il Festival in diretta dal foyer. Inoltre, il Festival rientra nella programmazione delle attività promosse dal Comitato Nazionale per la celebrazione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci.
L'iniziativa è parte del programma di EUREKA! Roma 2019 promosso da Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale. Catalogo Eventi Off www.leonardocinquecento.it


Ci sono due modi per tornare da una battaglia: con la testa del nemico o senza la propria.

Paolo Di Canio
Dopo la partita Lazio-Roma 3-1, 6 gennaio 2005

Avatar utente
LongJohn73
Capo 3^ Classe
Capo 3^ Classe
Messaggi: 1402
Iscritto il: 10/03/2017, 13:55
Crociere Effettuate: 4
Località: Roma

Il trionfo dei sensi. Nuova luce su Mattia e Gregorio Preti

Messaggioda LongJohn73 » 28/03/2019, 10:45

dal 22 febbraio al 16 giugno 2019
Martedì-domenica ore 8.30-19.00
Chiuso lunedì, 25 dicembre, 1 gennaio, 1 maggio
La biglietteria chiude un'ora prima

Presso le Gallerie Nazionali di Arte Antica - Palazzo Barberini

Via delle Quattro Fontane, 13

Tariffa ordinaria

Intero: € 12,00 (biglietto unico Palazzo Barberini + Galleria Corsini - validità 10 giorni)
Ridotto: € 2,00 (biglietto unico Palazzo Barberini + Galleria Corsini - validità 10 giorni)
per cittadini di età compresa tra i 18 e i 25 anni compiuti della dell'Unione Europea

Gratuito:
- prima domenica del mese
- sotto i 18 anni (non compiuti) di ogni nazionalità
- Guide turistiche UE nell'esercizio della propria attività professionale
- Interpreti turistici UE nell'esercizio della propria attività professionale
- Dipendenti del Ministero per i Beni e le attività Culturali e Turismo
- Membri di ICOM (International Council of Museums)
- Membri di ICCROM (International organization for conservation of cultural heritage)
- Gruppi di studenti delle scuole pubbliche/private della UE accompagnati da un insegnante ogni 10 studenti, su prenotazione
- Docenti e studenti UE delle facoltà di Architettura, Lettere (indirizzo archeologico o storico-artistico), Beni Culturali, Scienze della Formazione, Archeologia, Storia dell'Arte, Accademie di Belle Arti, mediante esibizione del certificato d'iscrizione per l'anno accademico in corso.
- Studenti Socrates ed Erasmus delle sopraindicate discipline
- Docenti di Storia dell'Arte degli Istituti liceali
- Studenti di: Istituto Centrale del Restauro, Opificio delle Pietre Dure, Scuola per il Restauro del Mosaico
- Giornalisti con tesserino di iscrizione all'albo nazionale o di altro Paese
- Portatori di handicap ed un loro familiare o accompagnatore appartenente ai servizi di assistenza socio-sanitaria
- Operatori delle associazioni di volontariato che svolgano, in base alle convenzioni in essere stipulate con il Ministero, attività di promozione e diffusione della conoscenza dei beni
- Docenti sia di ruolo che a contratto a tempo determinato, delle scuole italiane pubbliche o private paritarie, previa presentazione del modello di certificazione scaricabile dal sito MIUR

Per maggiori info e prenotazioni

Telefono: +39 06 4814591
Fax: +39 06 4880560
Sito web: https://www.barberinicorsini.org/evento ... rio-preti/
Email: gan-aar@beniculturali.it - info@barberinicorsini.org

L’esposizione, che esamina la prima attività di Mattia Preti e la sua formazione nella bottega romana del fratello Gregorio, ruota attorno all’Allegoria dei cinque sensi delle Gallerie Nazionali, una monumentale tela d’impronta caravaggesca, rimasta per anni in deposito presso il Circolo Ufficiali delle Forze Armate.

Realizzata dai due fratelli negli anni Quaranta del Seicento, è ricordata nel 1686 nella collezione di Maffeo Barberini junior come “un quadro per longo con diversi ritratti: chi sona, chi canta, chi gioca, chi beve e chi gabba il compagno”, una descrizione che sottolinea la complessa articolazione del dipinto dove, secondo un modello molto in voga nel Seicento, diversi gruppi di personaggi intenti in attività quotidiane diventano immagine allegorica dei cinque sensi.
Il quadro è stato restaurato per l’occasione da Giuseppe Mantella, da anni impegnato sulle opere di Mattia Preti a Malta e in Calabria, grazie al generoso finanziamento dello studio legale Dentons che ha sponsorizzato l’intervento e l’approfondita serie di indagini diagnostiche permettendo di comprendere meglio la pratica esecutiva dei due fratelli, attivi a quattro mani sulla stessa tela.

Saranno presenti in mostra altre undici opere che raccontano lo stretto legame esistente tra i due artisti calabresi: da un lato Gregorio, legato a esiti di stampo ancora accademico, e dall’altro il più giovane e talentuoso Mattia, suggestionato dall’universo caravaggesco e già cosciente dei nuovi sviluppi guercineschi e lanfranchiani del barocco romano. L’Allegoria dei cinque sensi di Palazzo Barberini sarà esposta al pubblico per la prima volta assieme al Concerto con scena di buona ventura, suo ideale pendant proveniente dall’Accademia Albertina di Torino e ad altri quadri frutto della collaborazione dei due artisti, come il Cristo davanti a Pilato di Palazzo Pallavicini Rospigliosi e il Cristo che guarisce l’idropico di collezione privata milanese.
In mostra saranno presentati anche importanti dipinti inediti di Mattia: primo fra tutti il monumentale Cristo e la Cananea, in origine nella collezione dei Principi Colonna, opera capitale del periodo romano del pittore, databile su base documentaria al 1646-1647. La scoperta dello straordinario dipinto – il primo dell’artista fornito di una data certa – ha permesso di precisare la cronologia della sua prima produzione.
Saranno esposti al pubblico per la prima volta anche l’Archimede, oggi a Varese, e un Apostolo di collezione privata torinese, che documentano la precoce riflessione di Mattia sulla pittura di Caravaggio e di Jusepe de Ribera. Chiude il percorso espositivo un’ulteriore nuova proposta per gli anni romani dell’artista: una mirabile Testa di bambina, ritrovata nei depositi della Galleria Corsini.
Molte le attività collaterali previste: occasione straordinaria per i visitatori saranno le visite guidate gratuite dei curatori (informazioni sul sito).
In programma, inoltre, un ciclo di conferenze su Mattia e Gregorio Preti, con interventi di Luca Calenne, Alessandro Cosma, Francesca Curti, Riccardo Lattuada, Giuseppe Mantella, Gianni Papi e Yuri Primarosa.

Il catalogo, pubblicato da De Luca Editori d’Arte, raccoglie i risultati delle ricerche di Tommaso Borgogelli, Alessandro Cosma, Francesca Curti, Riccardo Lattuada, Gianni Papi, Yuri Primarosa e le note sul restauro e sulle indagini diagnostiche di Sante Guido e Giuseppe Mantella.


Ci sono due modi per tornare da una battaglia: con la testa del nemico o senza la propria.

Paolo Di Canio
Dopo la partita Lazio-Roma 3-1, 6 gennaio 2005


Torna a “Viaggi & Vacanze Off-Topic”

  • Social Networks

  • Pubblicità