Venezia prepara la tassa sui crocieristi

Discussioni su argomenti non trattati nelle altre sezioni del forum...
Avatar utente
Dani Ncl
Tenente Comandante
Tenente Comandante
Messaggi: 7078
Iscritto il: 24/11/2014, 21:38
Crociere Effettuate: 3
Località: (MC)

Venezia prepara la tassa sui crocieristi

Messaggioda Dani Ncl » 30/12/2018, 21:38

Venezia - Venezia non sarà più gratis per i vacanzieri “mordi e fuggi”. A fissare un prezzo al capoluogo lagunare, per chi si ferma solo una giornata e non dorme in albergo nella Serenissima, ci penserà la “tassa di sbarco”, un contributo, alternativo all’imposta di soggiorno, che il Comune potrà chiedere a chi arriva «con qualunque vettore» (nave, treno, forse auto) nella città antica. Riguarderà solo i turisti, non chi lavora, studia o si ferma poche ore per motivi professionali.

L’obiettivo è chiaro: far pagare un contributo a chi usa i servizi di Venezia, ma si porta il panino da casa e se ne va alla sera senza lasciare un euro. Chi pernotta in hotel, infatti, versa già 30 milioni l’anno con l’imposta di soggiorno. La norma è prevista dal comma 1129 del maxiemendamento alla Legge di bilancio, approvata stasera dalla Camera. Il Comune di Venezia - dice l’art. 1 - è autorizzato «ad adottare nelle proprie politiche di bilancio, in alternativa all’imposta di soggiorno, l’applicazione del contributo di sbarco previsto per le isole minori. Inoltre l’importo massimo consentito per entrambe tali misure è elevato a 10 euro». Una misura già prevista per isole come le Eolie o l’Elba, compresa tra 2,5 e 5 euro, e che verrà estesa a Venezia.

***

«Adesso il contributo di sbarco a Venezia è legge! Studieremo un regolamento equilibrato e partecipato che tuteli chi vive, studia e lavora nel nostro territorio», ha twittato il sindaco Luigi Brugnaro. La tassa - come anticipato dal primo cittadino - sarà impiegata in primis per finanziare i costi di pulizia della città, invasa da milioni di turisti. Potrebbe trovare immediata applicazione su due categorie di pendolari facilmente identificabili: quelli che scendono in giornata dalle grandi navi da crociera, e chi arriva a San Marco con i “lancioni” gran turismo dalle località del litorale. Più difficile sarà applicarla ai passeggeri dei treni, come a chi arriva con l’auto privata.
Per i grandi numeri si pensa al sistema del sostituto d’importa: a pagare un sovrapprezzo sui biglietti potrebbero essere le compagnie che fanno servizio di trasporto persone su Venezia a fini commerciali. Altra ipotesi, da confermare, è che sia escluso il traffico aereo, sia perché l’aeroporto di Tessera non serve solo Venezia, sia perché questo tipo di turisti poi pernotta a Venezia. Le prime stime sul “valore” del ticket parlano di alcune decine di milioni l’anno, forse tra i 40 e i 50. Un calcolo, non ufficiale, fatto da operatori del settore, che partendo da una platea di circa 20 milioni di “giornalieri” l’anno, diminuita della metà - quindi 10 milioni - per via delle categorie esenti (lavoratori, studenti, etc) e basandosi su un costo di 5 euro, pari all’attuale imposta di soggiorno, portano appunto il gettito annuale ad una cinquantina di milioni. Plaude al provvedimento il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca. «Le nostre città sono musei: come accade nei musei, è giusto pagare il biglietto d’ingresso». Sulla stessa linea il presidente degli albergatori veneziani (Ava), Claudio Scarpa: «il principio - dice - e che chi viene in città dalla mattina alla sera, contribuendo pochissimo al fatturato turistico, ma pesando sui costi dei servizi, deve capire che non è tutto gratis».

Fonte: http://www.themeditelegraph.it/it/shipp ... index.html


Spagna, Baleari e Malta ● Costa Concordia 2011
Francia, Spagna, Italia ● Costa Diadema 2016
Grecia, Croazia, Montenegro ● Costa Deliziosa 2019

 

Avatar utente
cokj72_ots
Capo 2^ Classe
Capo 2^ Classe
Messaggi: 1974
Iscritto il: 16/01/2015, 10:42
Crociere Effettuate: 21
Località: Montecelio

Re: Venezia prepara la tassa sui crocieristi

Messaggioda cokj72_ots » 31/12/2018, 9:54

giusto così.


2005 Carnival Victory -- 2006 Explorer OtS - Voyager OtS -- 2007 Empress OtS - Splendour OtS -- 2008 Jewel OtS - Celebrity Galaxy -- 2010 Navigator OtS -- 2011 Mariner OtS - M/S Noordam -- 2012 Anastasia Of the Seas -- 2013 MSC Magnifica -- 2014 Costa Pacifica - Celebrity Reflection -- 2015 NCL Star -- 2016 Costa Diadema - M/S Eurodam -- 2017 Princess Majestic -- 2018 MSC Meraviglia -- Crown Princess B2B -- 2019 MSC SeaView -- M/S Koningsdam NEXT Cruise 01/12/2019 MSC Grandiosa - 31/05/2020 Nieuw Statendam

Avatar utente
Dr.Crocierite!!!
Guardiamarina
Guardiamarina
Messaggi: 3183
Iscritto il: 24/11/2014, 19:31

Re: Venezia prepara la tassa sui crocieristi

Messaggioda Dr.Crocierite!!! » 31/12/2018, 11:15

E Trieste intanto si prende alcuni scali in overnight di Celebrity Edge ;)


Marco ● Collaboratore di Mondo Crociere Forum

“Un Mare Calmo non ha mai fatto un marinaio esperto.”

Immagine


Avatar utente
Francesco I
Cadetto
Cadetto
Messaggi: 199
Iscritto il: 26/09/2018, 12:58
Crociere Effettuate: 3

Re: Venezia prepara la tassa sui crocieristi

Messaggioda Francesco I » 31/12/2018, 13:21

Dr.Crocierite!!! ha scritto:E Trieste intanto si prende alcuni scali in overnight di Celebrity Edge ;)

Davvero?

La cosa che un po' mi ha dato fastidio in quel che ho letto é il riferimento al mordi e fuggi al portarsi il panino da casa come se fosse una cosa di cui vergognarsi, lo trovo un discorso ridicolo ognuno è libero di fare ciò che vuole forse si sta un po' esagerando...
Poi sono il primo d'accordo con il pagare una sorta di contributo anche se penso siano più giuste altre motivazioni, credo che se avessero detto: Venezia è una città stupenda ma anche molto delicata per cui per poter garantire la sua preservazione con la mole di visitatori giornalieri che ha, abbiamo bisogno di un contributo una tassa di soggiorno e da ora una tassa di sbarco, credo che adducendo simili argomentazioni avrebbero fatto una figura sicuramente politicamente più corretta...



Avatar utente
sciguetto
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 9075
Iscritto il: 24/11/2014, 16:37
Crociere Effettuate: 8
Località: Svizzera

Re: Venezia prepara la tassa sui crocieristi

Messaggioda sciguetto » 31/12/2018, 14:27

Sono d’accordo con Francesco.... va bene una tassa di soggiorno (anche se per un giorno solo è un po’ tirata per i capelli....), ma in questo caso è solo un’altra conferma che a Venezia i turisti vanno munti a più non posso.

P.S.: e tutti i proclami su Venezia che sprofonda a causa dei troppi (?) turisti dove son finiti?


Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk


Bruno ● Admin di Mondo Crociere Forum

“Si nasce soli e soli si muore. Non sarebbe male, se non fosse per tutti i rompic...... che incontriamo tra nascita e morte.”

Avatar utente
Dr.Crocierite!!!
Guardiamarina
Guardiamarina
Messaggi: 3183
Iscritto il: 24/11/2014, 19:31

Re: Venezia prepara la tassa sui crocieristi

Messaggioda Dr.Crocierite!!! » 01/01/2019, 4:58

Concordo con il vostro ragionamento.
Si comunque, Trieste sta cominciando ad avere molto più appeal nelle programmazioni, il segnale più grande lo sta dando Royal, puntando tutto con TUI Cruises che praticamente dovrebbe avere una nave in homeport stabile tutta l'estate da quest'anno.
Inoltre, sono stati programmati 3 overnight (credo) su Trieste con edge che, per le regole autoimposte dalle compagnie ora attive, non può entrare nella laguna. Verrà infatti offerto l'overnight per permettere sia una visita di Trieste e dintorni che di Venezia.
Oltre questo, sono in aumento anche le toccate previste da Seabourn e altre compagnie.
In minor modo, anche Costa sta dedicando alcuni scali al capoluogo Giuliano annualmente.
Inoltre, Trieste ha in programma un allungamento delle banchine, che dovrebbero quindi nel futuro poter ospitare 4 navi contemporaneamente, un grosso passo in avanti considerando che ora possono arrivare solo 2 navi.

Inviato dal mio PRA-LX1 utilizzando Tapatalk


Marco ● Collaboratore di Mondo Crociere Forum

“Un Mare Calmo non ha mai fatto un marinaio esperto.”

Immagine



Torna a “Discussioni generiche”

  • Social Networks

  • Pubblicità